Magazzini automatici Magazzini automatici

Magazzini automatici: il ruolo delle pulegge Fipill

Le grandi aziende, quelle che necessitano di poter contare su enormi depositi per i materiali prodotti, pronti per l’uso e la distribuzione, trovano nei magazzini automatici una grande risorsa per il loro business.

Infatti i magazzini automatici verticali sono sistemi, come vedremo, che consentono di ottenere due fondamentali vantaggi: ridurre l’occupazione del suolo del magazzino, velocizzare le operazioni di stoccaggio e accesso a ogni singola risorsa. In un periodo in cui è decisivo, anche per la continuità aziendale, ridurre le spese per poter mantenere la competitività, i magazzini automatici rappresentano uno snodo fondamentale per percorrere questa strada.


Cosa sono i magazzini verticali automatici

Solitamente si pensa ai magazzini come a grandi depositi con scaffalature enormi alle quali gli operatori accedono percorrendo in lungo e in largo i corridoi. Per le merci posizionate più in alto, come si trattasse di una biblioteca, salgono sugli scaffali attraverso delle scale. Questo era il vecchio sistema, più scomodo, limitato e rischioso, ampiamente superato dai magazzini verticali automatici. Come indica il nome stesso, parliamo di un sistema di gestione dei depositi che: si sviluppa in verticale e, ancora, è automatico.

Questo significa che i capannoni industriali solitamente utilizzati come deposito merci, possono essere utilizzati in altezza e non occupando i metri cubi. Aumentando la capienza del magazzino e liberando lo spazio calpestabile ed eventualmente utilizzabile per altro scopo.

L’automazione, poi, è il sistema che permette di velocizzare le operazioni di accesso a ogni singola posizione del magazzino. Non è più l’operatore che deve raggiungere il materiale, ma è il macchinario (nello specifico un trasloelevatore) che svolge questo lavoro. Permettendo di liberare il magazziniere da questo compito, aumentando la capacità di sollevamento e trasporto di ogni singolo collo e, ancora, rendendo ogni operazione più rapida e sicura.

Tutti gli scaffali dei magazzini, infatti, sono raggiunti dal traslolevatore che preleva il collo e lo trasporta direttamente alla postazione dell’operatore. Questi, poi, potrà preparare il collo per la spedizione per il cliente ed eseguire tutti i controlli del caso. Questi sistemi hanno anche la caratteristica di essere completamente integrati con i sistemi di gestione aziendale dei magazzini, permettendo di avere un controllo totale sull’intero deposito, sulle risorse disponibili e sul numero di accessi (richieste) a ogni singola posizione.


I magazzini automatici trasloelevatori

Elemento chiave e centrale di ogni magazzino verticale è il trasloelevatore, ovvero il robot che si muove in lungo e in largo all’interno del deposito. È un dispositivo meccanico automatizzato e comandato da un computer che è composto da una struttura che si muove su delle rotaie e delle colonne verticali per raggiungere ogni sezione degli scaffali. I trasloelevatori sono ideali nei magazzini che hanno un’altezza superiore ai 12 metri (e possono raggiungere anche i 46 metri di altezza) e possono essere, in base alle esigenze, il loro movimento può essere gestito con cinghie, catene o funi. In tutti i casi l’elemento che svolge un ruolo strategico imprescindibile è dato dalle pulegge. Questi componenti meccanici si occupano della trasmissione del moto, permettendo di consentire il corretto movimento di cinghie, catene o funi e permettere al trasloelevatore di svolgere il proprio lavoro. Le pulegge devono essere quindi impeccabili nei loro movimenti e resistenti alle numerose sollecitazioni che quotidianamente e ripetutamente devono subire.


Le pulegge Fipill nei magazzini automatici

Fipill progetta e produce pulegge meccaniche in alluminio (o in altri materiali) su misura per ogni magazzino automatico. Non esisterebbe il magazzino automatico senza le pulegge e senza componenti di assoluta qualità e affidabilità. Dalle pulegge dipende il movimento e il controllo dell’intera struttura automatica del magazzino verticale ed è quindi fondamentale poter contare su un componente resistente ed efficiente.

La produzione decennale di pulegge meccaniche da parte della Fipill è sinonimo sia di garanzia che di qualità. Ogni puleggia, infatti, viene realizzata solo dopo averne studiato la destinazione e avendo quindi individuato le caratteristiche tecniche migliori per quel tipo di impiego. I materiali scelti, i trattamenti galvanici realizzati e le geometrie di costruzione eseguite, sono tutte sviluppate in funzione del lavoro che ogni singola puleggia dovrà eseguire.

I laboratori e la fonderia Fipill, che nel corso degli anni hanno ottenuto diverse certificazioni di qualità, permettono di realizzare pulegge perfette per qualsiasi tipologia e dimensioni di magazzini automatici verticali.


I vantaggi dei magazzini automatici

Abbiamo visto e apprezzato il funzionamento e l’utilità dei magazzini verticali, scoprendo come si tratta di un sistema di automazione estremamente versatile e vantaggioso. È un sistema particolarmente ideale per le aziende e le imprese che operano nel settore meccanico, elettromeccanico, chimico e in qualsiasi campo in cui sia necessario disporre di un magazzino ampiamente fornito e costantemente rifornito. È un sistema efficace, sicuro e affidabile per gestire e velocizzare la gestione del magazzino.

I magazzini automatici verticali, infatti, permettono di ottimizzare l’occupazione dello spazio, ridurre i tempi di accesso alle singole posizioni degli scaffali e proteggere al meglio il materiale da polvere e umidità. allo stesso tempo consentono una gestione automatizzata a 360°; un modo tecnologicamente avanzato per migliorare l’operatività e la professionalità del proprio lavoro. questa tecnologia può essere realizzata ex-novo nei depositi di nuova costruzione o applicata ai magazzini automatici usati negli interventi di ristrutturazione e ammodernamento.

I magazzini automatici imprimono una svolta, una grande spinta produttiva verso una migliore gestione del lavoro. L’automazione correttamente intesa assicura maggiore produttività, riduzione degli errori, abbattimento dei costi, investimento sulla sicurezza, su una maggiore forza-lavoro e sulla possibilità di liberare i propri dipendenti da operazioni gravose, rischiose e svolgibili in maniera più efficiente, destinando queste risorse verso attività insostituibili.


La società F.I.P.I.L.L., di San Paolo di Jesi (AN) presente sul mercato dal 1973, cura la progettazione, la produzione e la vendita di una vasta gamma di soluzioni per la trasmissione di potenza, che possono essere anche personalizzate su richiesta dal cliente in base alle specifiche esigenze.

La produzione dell'azienda marchigiana comprende: pulegge trapezoidali in alluminio; pulegge trapezoidali in acciaio con alesaggio per bussola taper-lock; pulegge variabili; pulegge a fascia piana con bussola conica di serraggio taper-lock; pulegge poly-v in alluminio con alesaggio per bussola taper-lock; slitte tenditrici e pulegge dentate.